Il miglior portale di musica in streaming: Amazon Music Unlimited (AMU)

Amazon music unlimited è la nuova piattaforma di streming musicale del colosso americano.

Dal 2008 ad oggi questo settore è stato praticamente monopolizzato da Spotify, che rimane comunque la miglior alternativa ad AMU nonostante i numerosi competitor (Google Play Music, Soundcloud, Deezer, ecc.) nati nel corso degli anni dall’idea degli svedesi.

Come accade spesso, salvo poche eccezioni, i risultati degli “scimmiottatori” poco fa citati, sono stati piuttosto deludenti.

Fino ad oggi!

Da qualche tempo anche Amazon è entrato nel settore, e lo ha fatto con “l’arroganza” che solo una delle più potenti aziende al mondo può avere… ovviamente, quando i budget sono praticamente illimitati, i risultati sono molto spesso eccezionali.

Ma che cos’è una piattaforma di streming?

Tecnicamente si tratta di un sistema di trasmissione di audio e video che ci da la possibilità di usufruire di questi ultimi senza necessariamente scaricarli. Sono già salvati su di un server esterno.

In realtà si tratta di una risorsa molto più importante: è ciò che ha salvato dal tracollo l’industria musicale (e non solo quella) ormai da anni agonizzante sotto il giogo della pirateria.

Sì, perché la facilità di accesso ad internet a cui si è assistito dalla fine degli anni ‘90 e la nascita di formati di file sempre più leggeri e facili da condividere (mp3, mp4, ecc), ha fatto in modo che fosse sempre più semplice e alla portata di tutti ottenere brani, film e videogiochi scaricandoli gratuitamente dalla rete.

Questo a discapito di chi creava quei prodotti che ovviamente investiva dei soldi per farlo.

Oggi grazie allo streaming, che da qualche anno è entrato di prepotenza nelle vite di tutti noi, anche per merito di connessioni sempre più veloci, chiunque può accedere a praticamente qualunque prodotto digitale con pochissimi euro… addirittura Amazon Music Unlimited è gratis per i primi 3 mesi!

Prima di proseguire, se avete una band o siete artisti che lavorano in ambito musicale e avete appena prodotto un album o anche un solo brano e volete renderlo fruibile al mondo inserendolo in tutte le principali piattaforme, forse potrebbe interessarvi questo articolo: “Come pubblicare un album”. E’ semplicissimo e non c’è bisogno di pagare nessuno per farlo!

Perchè iscriversi?

Qualcuno potrebbe dire: “perché dovrei pagare per avere qualcosa che posso trovare gratuitamente online?”

Innanzitutto per la semplicità:

E’ decisamente più semplice digitare il nome di un brano e ascoltarlo piuttosto che doverlo cercare e scaricare ogni volta che ce ne viene in mente uno…

La sicurezza:

Quando si scarica un file dalla rete si è sempre esposti ad una certa dose di rischio… può capitare di aprire file o siti pericolosi che possono compromettere l’integrità e la salute del dispositivo che stiamo utilizzando.

La legalità:

Lo streaming, nelle piattaforme come Amazon Music Unlimited, è completamente legale mentre, si ricordi che scaricare file coperti da copyright non lo è! Ha fatto notizia di recente, l’arresto di una serie di personaggi che vendevano, per pochi euro, la possibilità di accedere a tutte le principali piattaforme video (Sky, Netflix, ecc). Oltre a decine di arresti, anche molti utenti del servizio si sono visti recapitare multe estremamente salate.

La qualità:

I brani, i film o le serie presenti sui portali sono sempre di alta qualità. La stessa cosa non si può dire di quelli scaricati illegalmente dalla rete.

L’economicità:

E’ vero che i servizi di streaming li pago, ma ho a disposizione immediata, praticamente qualunque brano (ma anche film o videogiochi) mi venga in mente, in HD, comodamente, facilmente ed in totale sicurezza. Per un servizio del genere si tratta decisamente di pochi spicci. Assolutamente alla portata di tutte le tasche. In genere, per quasi tutti gli aggregatori musicali, si parla di circa 10 € al mese.

Ovviamente si può accedere a questi servizi anche gratuitamente, il problema sono le pause pubblicitarie, la limitatezza degli skip di brani, l’impossibilità di fare playlist personalizzate e varie altre limitazioni quantomeno fastidiose.

Ad ogni modo, come già accennato, si può provare gratis Amazon Music Unlimited per tre mesi prima di iniziare a pagare e, solo al termine dei 90 giorni, decidere se fa al caso nostro.

Attenzione! Al termine del periodo di prova di 90 giorni l’abbonamento si rinnoverà in automatico addebitandovi i 9,99 € del costo. Mettete un promemoria in agenda poco prima della scadenza, se non volete il servizio, e disattivate questa funzione. Più avanti vedremo come cancellare l’abbonamento.

Meglio Amazon music Unlimited o Spotify Premium?

Ed ecco il dubbio amletico! E’ meglio Amazon Music Unlimited o Spotify Premium?

Oggigiorno ci sono decine di aggregatori musicali, alcuni migliori di altri, ma su tutti spicca Spotify. Non è solo il migliore ma, come già detto, è anche colui che ha dato inizio a tutto ed è quello, ad oggi, con il maggior numero di utenti: parliamo di oltre 300 milioni di cui circa la metà premium.

Nonostante questi numeri impressionanti, tra Amazon Music Unlimited e Spotify Premium il confronto, seppur di poco, lo vincono gli americani. Di seguito andremo ad elencare alcuni dei motivi per cui milioni di utenti stanno passando ad AMU…

1# AMAZON: dovrebbe bastare il nome a far da garanzia! Si tratta, come già accennato, di una delle più potenti aziende al mondo, con una reputazione da mantenere e tanti soldi da investire: quando entrano in un mercato lo fanno bene!

2# Ha una libreria con circa 70 milioni di brani; Spotify si aggira sui 50.

3# L’interfaccia è molto simile tra i due ma, a mio gusto, Amazon ha una veste grafica leggermente più piacevole (ammetto che questo è un parametro totalmente soggettivo).

4# Entrambi si possono collegare ad Alexa (l’intelligenza artificiale di Amazon installata all’interno dei dispositivi Amazon Echo), ma Spotify risente di alcune limitazioni come l’impossibilità di aggiungere brani alla libreria. Entrambi si possono collegare ai principali sistemi audio Wi-fi.

5# La qualità audio è molto simile nelle versioni normali (320 kbps per Spotify, e 256 per Amazon Music Unlimited) ma le cose cambiano drasticamente con la versione HD di Amazon, dove si raggiungono gli 850 kbps e, addirittura, per i brani disponibili in Ultra HD (parliamo di vari milioni) i 3730 kbps.

6# I brani, su Amazon Music, hanno un maggior volume d’uscita rispetto a Spotify. Lo so che fa male ma, per me, in certe circostanze, un po’ di volume è fondamentale… è stata una delle cose che più mi aveva infastidito del portale svedese: mi ritrovavo spesso a tentare invano di alzare il volume delle cuffiette che era già al massimo… che frustrazione!

7# Anche se entrambi offrono un periodo di prova gratuito, quello di Spotify è di soli 30 giorni, quello di Amazon, come già detto, addirittura di 3 mesi. Il consiglio è di fare gli account di prova con entrambi e poi scegliere quello che vi piace di più.

Queste sono solo alcune delle caratteristiche che mi hanno fatto passare ad Amazon Music Unlimited da Spotify che comunque rimane la miglior alternativa in assoluto.

Provate Amazon Music Unlimited gratis per 90 giorni poi potete sempre cancellare l’abbonamento.

Come cancellarsi da Amazon Music Unlimited?

Se, per un qualunque motivo ed in qualunque momento, decidete di cancellare il vostro account, ecco cosa dovete fare:

  • Andate alle impostazioni di Amazon Music (anche dall’app) cliccando sull’ingranaggio in alto a destra.
  • Cliccate su Amazon Music Unlimited nella sezione “il tuo account”
  • Scorrete la pagina fino a “Cancella Abbonamento”
  • A questo punto dovrete lasciare un parere e, successivamente, annullare l’abbonamento
  • Cliccate su “Conferma Annullamento”

Facile facile!

Quali sono i pacchetti disponibili?

Il pacchetto individuale

Si tratta dell’abbonamento base che può essere ascoltato da un singolo utente.

Il costo è di 9,99 € ma, se si è clienti Amazon Prime, è possibile sottoscrivere l’abbonamento per un anno a 99 €, risparmiando quindi 2 mesi.

Il pacchetto Family

Questo pacchetto permette di collegare fino a 6 account a più dispositivi simultaneamente. Tutto con un unico abbonamento pagando un sovrapprezzo di 5 euro, in totale 14,99 €, se si è clienti Prime, si può fare l’annuale a 149€ risparmiando, anche in questo caso, 2 mesi.

Il pacchetto HD

Permette di ascoltare oltre 60 milioni di brani in HD e svariati milioni in Ultra HD, vale a dire con un bitrate fino a 10 volte superiore rispetto a tutti gli altri servizi di streaming. Difficile tornare indietro quando si è ascoltata una canzone con questa qualità. I più pignoli ed esigenti apprezzeranno senz’altro.

L’abbonamento ad HD, anche in questo caso, sia per il pacchetto normale che per il Family, prevede un sovrapprezzo di 5 euro. Li vale tutti!

Il pacchetto Echo

Come già accennato sopra, si ha la possibilità di collegarsi ad un dispositivo di domotica Echo e chiedere ad Alexa di mettere un brano senza usare le mani. Gratis per il primo mese poi a  3,99 €.

Ecco quali sono i dispositivi eleggibili: Echo Dot, Echo, Echo Plus, Echo Show, Echo Studio, Echo Input, Echo Spot, Fire TV.

Oltre ai comandi base (riproduci, metti in pausa, alza o abbassa il volume), è possibile comandare ad Alexa di riprodurre determinate playlist, canzoni, generi e artisti:

  • Alexa, riproduci Nirvana;
  • Alexa, riproduci Smoke on the Water;
  • Alexa, riproduci musica house;
  • Alexa, riproduci musica d’amore;
  • Alexa, riproduci la playlist “nome playlist”;
  • Alexa, riproduci l’ultima canzone di “nome artista”;
  • Alexa, riproduci l’ultimo album di “nome artista”;
  • Alexa, riproduci musica degli anni 90;
  • ecc…

Come iscriversi?

Iniziare ad ascoltare tutta la musica che vuoi in streaming con Amazon Music Unlimited non potrebbe essere più semplice:

  • Per prima cosa cliccate qui e se non avete un account Amazon iscrivetevi seguendo la semplice procedura
  • Poi scaricate l’app su smartphone, tablet, o fate direttamente da browser anche su pc.
  • Se volete, selezionate le vostre preferenze musicali tra quelle che vi propone Amazon o cercando band o artisti che vi piacciono con la lente d’ingrandimento. In questo modo l’esperienza sarà molto più personale.

Il gioco è fatto!

Conclusioni

Lo streaming ha ridato vita ad un mondo agonizzante, ad un mondo che più di ogni altro aveva risentito negativamente dell’avvento dell’era digitale. Grazie alla pubblicità, presente nelle versioni gratuite di tutti gli aggregatori musicali, o agli abbonamenti, delle versioni premium, si è potuto ridare linfa vitale a questa arte e, se ti piace la musica, non puoi fare altro che iscriverti ad Amazon Music Unlimited e goderti lo spettacolo!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *