Come creare un sito per la propria band

Come ben saprete, al giorno d’oggi, avere un sito internet professionale è di fondamentale importanza, qualunque sia l’attività che svolgete… si, anche se fate i musicisti!

Spesso, soprattutto le band, limitano la loro presenza online ai social network; ciò è chiaramente fondamentale, ma non è sufficiente.

Creare un sito internet professionale è sinonimo di serietà e affidabilità, inoltre rende migliore la vostra rintracciabilità in rete.

Capita spesso, infatti, effettuando una ricerca tramite social (band, locali, ecc.), che il risultato non corrisponda a ciò che stiamo effettivamente cercando. Questo è dovuto principalmente a casi di omonimia, ma anche ad una pessima indicizzazione del motore di ricerca del social.

Rendete più semplice la vita degli utenti che vi stanno cercando fornendo il vostro dominio, che è unico.

Realizzate, quindi, il vostro sito ponendo nella home tutti i link dei social (facebook, twitter, ecc.),  in maniera tale che i visitatori possano facilmente raggiungere tutte le informazioni necessarie per conoscervi fino in fondo.

Ecco ad esempio il sito dei Foo Fighters, dove, nella parte bassa, cerchiato in rosso, potete vedere ciò che intendo.

Ad ogni modo tenete presente che il sito non esclude il social! Per una buona attività online è necessario curare le due cose allo stesso modo, assicurandosi che i meccanismi dell’uno lavorino in perfetta armonia con quelli dell’altro.  

IL MIO CASO

Il nostro primo sito internet è stato un fiasco totale! Come molte band alle prime armi, eravamo a corto di soldi e ne avevamo urgente bisogno ma, all’epoca, non sapevamo dove mettere le mani per farlo e non avevamo tempo per imparare.

Per creare il sito e risparmiare ci siamo quindi rivolti ad un nostro amico che, tra le varie cose, si occupava anche di site building.

In pratica siamo riusciti a comprare lo spazio hosting, un dominio e a creare il sito con 150 €… Pazzesco vero?! 

Pazzesco è stato anche il risultato… il sito era veramente brutto, lento e confuso!

Per un certo periodo, a dire la verità fin troppo lungo, abbiamo mantenuto quel sito, finché un giorno, mi sono deciso… Lo avrei fatto da solo!

Ho iniziato quindi a studiare e ad approfondire le mie allora misere conoscenze e, dopo un mesetto e circa 50 euro di spesa, il sito era pronto.

Voi direte: “Come 50 euro? Hai detto che avremmo potuto realizzare il sito a costo zero!”

Avete ragione, ma se andate a giocare a pallone al parco con amici, la spesa è nulla, ma dovrete pur comprarvi il pallone. Bene vedete quei 50 euro come la spesa per il pallone.

Se siete in 4 si tratta di 12,5 euro a testa… Direi che, rispetto alle migliaia di euro dei preventivi di alcuni professionisti del settore, si tratta di una cifra piuttosto abbordabile.

Ovviamente dovrete dedicare un po’ di tempo allo studio e alla realizzazione vera e propria del sito.

Entriamo ora nel dettaglio e cerchiamo di capire cosa ci serve…

COSA PROCURARSI PRIMA DI CREARE UN SITO

Acquistare l’hosting

Come vi dicevo, la prima cosa da fare è acquistare il pallone, nel nostro caso… l’hosting. L’hosting è lo spazio web riservato alla costruzione del nostro sito, un po’ come un hardisk su cui si vanno ad installare i programmi nel nostro PC. In questo caso i programmi sono gli strumenti necessari per crearlo.

Un sito per essere stabile e veloce deve avere un hosting che garantisca queste caratteristiche, google premia i siti con queste peculiarità. E noi vogliamo che google sia felice!

Non tutti i fornitori di hosting sono in grado di garantire quanto detto. Venivo da un’esperienza fallimentare con un fornitore e non volevo ripetere certi errori. Ѐ stato, quindi, necessario fare un’attenta ricerca online per capire quale fosse il migliore. 

Dopo attente valutazioni, consigliato anche da un paio di amici, oltre che da praticamente tutti i blogger in rete, sono giunto ad un nome: siteground.

Oggi so di aver fatto la scelta giusta!

Siteground è stabile e veloce, perfetto per realizzare siti, con un’assistenza preparata e celere, nonché economico. Infatti, se acquistate da questo link, potrete usufruire di uno sconto che vi permetterà di ottenerlo a 3.95 € al mese.

Incluso nel prezzo, vi viene data la possibilità di registrare gratuitamente un dominio a vita.

Vi garantisco che è ottimo, il migliore a questo prezzo!

*Il secondo pacchetto (7,95 €) vi permette, tra le altre cose, di registrare più domini. Per voi al momento è inutile. Potete comunque implementare l’offerta in ogni momento.

siteground.jpg

Acquistare il dominio 

Una volta acquistato l’hosting, fate log in e, direttamente dalla pagina di siteground, potrete acquistare anche il dominio. 

acquisto dominio.jpg

Come potete vedere nella parte alta dell’immagine, sotto la scritta “register domain”, potete inserire il dominio che preferite e sceglierne l’estensione (.it,  .com, .net, ecc.).

Se volete realizzare un sito che sia facile da rintracciare scegliete un dominio che sia semplice e il più possibile vicino al nome della band; per ciò che riguarda l’estensione: .it, .com o .net sono le migliori e vi consiglio di attenervi a quelle. Pensate bene al dominio, una volta scelto è insostituibile!

es: se la band si chiama “Cani Sciolti”, potreste provare con: www.canisciolti.it. Dopo un rapido check sarà il sito a dirvi se quel dominio è disponibile e, se lo fosse, passerete alla pagina di acquisto. Se è il primo, come vi dicevo è gratuito, altrimenti costa 11,95 € all’anno, meno di 1 euro al mese.

Installare WordPress

Bene! Ora vi manca solo il mezzo con cui iniziare a realizzare il vostro sito. 

Per fare un disegno vi serve una matita!

Grazie alla sua semplicità di utilizzo, flessibilità e la quasi totale possibilità di personalizzazione, wordpress si è imposto come il migliore e più utilizzato strumento di web design. 

Anche in questo caso, lo potrete installare semplicemente dal vostro pannello di controllo di siteground, ed iniziare a lavorare.

Su wordpress c’è davvero molto da dire, in questo articolo mi limiterò a darvi delle linee guida generali.

Ad ogni modo, un’altro momento importante nella creazione del sito, è la scelta del tema, ovvero l’aspetto che avrà il vostro sito. Non solo, ogni tema ha le sue funzioni specifiche che dovrete scegliere, in accordo con le vostre esigenze, dopo averle attentamente analizzate. 

Potete trovare tutte le informazioni necessarie nella descrizione del tema: aspetto, funzioni, frequenza degli aggiornamenti e molto altro.

Esistono migliaia di temi online alcuni gratuiti ed altri a pagamento (circa 50 €). Quelli a pagamento sono in genere più belli e offrono più funzionalità, possibilità di personalizzazione, stabilità e velocità al sito. Ma ne esistono di molto buoni anche gratuiti.

Una volta scelto dovrete installarlo. Niente di più semplice.

Dal vostro pannello di controllo di wordpress vi basterà cliccare a sinistra su Aspetto>Temi>Aggiungi Tema; scegliete quello che più vi piace poi cliccate su Installa>Applica.

Per incrementare la libertà di personalizzazione durante la realizzazione del sito, e per implementare le funzionalità dei temi, si possono utilizzare i plug in.

Si tratta di strumenti che aggiungono specifiche funzioni a wordpress, ad esempio: il plug in per l’inserimento del tasto di condivisione di un articolo su un social; quello per l’ottimizzazione SEO; quello per il monitoraggio dei visitatori; e un’infinità di altri.

Anche i plug in sono, come i temi, facilmente installabili dal vostro pannello di controllo wordpress.

 COME STRUTTURARE IL SITO

Non esiste un modo univoco per creare un sito, fatelo secondo le vostre esigenze, studiate ed analizzate quelli delle vostre band preferite e iniziate.

Fate in modo che sia semplice, facilmente fruibile e di bell’aspetto.

Qualche consiglio: 

– Una home con un paio di video, qualche foto e in primo piano la lista della prossime date.

– Una pagina bio in cui trovare la vostra storia

– Lo store dove poter acquistare il vostro merchindise e il vostro disco online – potete pubblicarlo seguendo questa guida – e offline

– La pagina di iscrizione alla mailing list. Non sottovalutate la mailing list, vi permette di fidelizzare le persone. Potete saperne di più leggendo questo articolo.

– Non dimenticate di rendere accessibili da ogni pagina i pulsanti per collegarsi a tutti i vostri social e, se volete, i link per l’acquisto rapido del vostro album.

– Se volete potete aggiungere una pagina in cui si può ascoltare il vostro album gratis. Qualcuno potrebbe dire: “Ma chi ti compra l’album se fai ascoltare gratis i tuoi brani? Rincoglionito!”

Giusto! Ma, come per tutte le cose è fondamentale dare per avere.  Non dimenticate che l’obiettivo è farmi conoscere!

Inoltre, chiunque potrebbe tranquillamente ascoltarli su youtube, spotify, soundcloud e da tantissime altre fonti online anche senza che sia io ad indirizzarli. Tanto vale rendere la vita più facile ai vostri fan e ai nuovi visitatori.

IL MONITORAGGIO

Altro aspetto fondamentale nella gestione di un sito è il monitoraggio. Ovvero capire e controllare l’affluenza ad esso, quali sono le pagine più visitate, da che fonti arriva il traffico e molti altri parametri.

Come già accennato, per poterlo fare si possono utilizzare dei plug in (attenti con i plug in! Troppi rallentano il sito, usate solo quelli che credete indispensabili) o più semplicemente, tramite google analytics che fornisce un codice da incollare nell’header delle pagine, con cui monitorarle.

google-analytics-example.png

Tenere traccia del traffico è fondamentale per capire come funziona il vostro sito e permetterci di sistemarlo e aumentarne le visite.

CONCLUSIONI

In questo articolo ho esposto solo delle linee guida, ovviamente ogni caso è a se ed ha le sue esigenze. Ricordate che ad ogni problema che incontrerete su questo tema, potrete trovare una soluzione ponendo le giuste domande a google. Ci sono migliaia di siti e blog che trattano in maniera estremamente dettagliata questo argomento.

Iniziate a lavorare e non fatevi scoraggiare da niente. Anche io come voi non avevo alcuna esperienza in materia prima di partire! Il segreto è iniziare!

Se hai domande scrivi pure nei commenti e Stay Rock!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *